Gli italiani riscoprono il piacere di pedalare, è boom di vendite di biciclette

IMG_0094

La crisi fa riscoprire agli italiani il piacere dell’economica e salutare bicicletta. I dati al riguardo parlano chiaro: tra nuove vendite e le vecchie due ruote a pedali in cantina rimesse a nuovo, quest’anno sono state vendute oltre due milioni di bici, con un incremento di oltre 200.000 pezzi rispetto allo scorso anno.
Un dato che giunge dall’Esposizione Internazionale del Ciclo svoltasi nel corso dell’ultimo week end a Verona.
Le più gettonate sono state le “city bike”, seguite dai modelli pratici e resistenti, che poi sono quello che troviamo nelle città per il  “bike-sharing”. Bici da corsa e mtb sono preferite soprattutto per il tempo libero e per l’attività agonistica. Ma il fenomeno del 2012, arrivato in Italia dagli Usa e in costante in crescita, è la bici “a scatto fisso”. La due ruote “senza freni”,  leggera, “customizabile, si diffonde sempre più soprattutto tra i giovani.
La riscoperta della bici passa anche dalla rigenerazione delle vecchie due ruote che giacevano in cantina, le BIC, il cui rimessaggio offre lavoro a componentistica e meccanici del settore.
Secondo una stima di Confindustria Ancma, sono addirittura oltre 32 milioni le bici in cantina, e rappresentaon o un’opportunità accessibile per riavvicinare gli italiani al pedalare, attività che fa bene non solo al portafogli ma anche alla salute personale e a tutto l’ambiente.
Intanto ad Eica 2012, svoltasi come detto a Verona, nella giornata di apertura sono stati effettuati più di 1.000 prove e test ride. La novità di quest’anno è stata la possibilità di provare gratuitamente ed in anteprima i modelli del 2013 accanto a professionisti affermati e campioni delle due ruote come Mario Cipollini e Paola Pezzo, lungo percorsi di alto valore tecnico. Per l’occasione tutta la città di Verona è diventata la vetrina completa del settore e della mobilità sostenibile.