Crisi libica: duri scontri a Zawiya. Una trentina i morti tra insorti e uomini del rais

In Libia impazza la guerra tra gli insorti e le forze governative vicine al rais Gheddafi.

Le brigate fedeli a Muammar Gheddafi hanno attaccato i ribelli di al-Zawiyah, in Tripolitania, con l’obiettivo di riconquistare il centro della città.

Da quanto si apprende dalla tv araba al-Jazeerà, i militari fedeli al regime sarebbero riusciti a sfondare le difese degli insorti e starebbero avanzando verso il centro.

L’annuncio dell’effettiva riconquista del controllo di al-Zawiyah era stata comunicata ieri pomeriggio dalla tv ufficiale del regime libico.

A Zawiya ci sarebbero una trentina di morti, secondo al Jazira e al Arabiya.

La città ieri sera è stata scenario di furiosi combattimenti e oggi testimoni riferiscono di nuovi scontri tra i sostenitori di Gheddafi e i ribelli. Come avviene ormai da alcuni giorni le notizie a riguardo dei combattimenti sono molto contrastanti.

I ribelli fanno sapere che stanno respingendo tutti gli attacchi del rais mentre le forze governative annunciano ogni giorno la riconquista di nuove aree. Difficile capire con chiarezza il reale andamento della guerra.