Crisi libica: Gheddafi non molla e rifiuta ogni ipotesi di asilo

gheddafi

Non si sblocca la situazione in Libia. Muammar Gheddafi non lascia il suo posto, respingendo così le pressioni della comunità internazionale che gli ha chiesto di fare un passo indietro.

Il leader libico ha inoltre minacciato di bombardare Al Zawiya. Intanto, a Misurata, le milizie fedeli al rais hanno ucciso tre persone e catturato decine di giovani, accusati in seguito di essere dei drogati.

Tutto questo avviene mentre si susseguono le azioni di congelamento dei beni all’estero del colonnello e degli esponenti di spicco del regime.

L’ipotesi di un suo possibile asilo è, comunque, da escludere nella maniera più assoluta.

Lo stesso Gheddafiin diretta con la Bbc ha risposto con una sonora risata all’ipotesi di asilo. Il rais è convinto che il suo popolo è pronto a morire per lui.

Parole che nella situazione in cui si trova oggi la Libia, con i rivoltosi che sono ad un passo da Tripoli, appaiono davvero deliranti e prive di ogni fondamento.