Crisi libica: il Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite approva la no fly zone

onu

Il Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite ha finalmente approvato la risoluzione tanto discussa nei giorni scorsi che impone una no fly zone sui cieli della Libia.
Questa prevede tutte le necessarie misure per proteggere la popolazione civile. L’unica ipotesi non considerata è quella dell’invasione via terra.
Francia e Gran Bretagna, le più attive in questo senso, potrebbero agire subito. L’Italia ha dato il via libera per l’utilizzo  delle sue basi.
Tripoli, forse impaurita dalla decisione dell’Onu, ha invertito immediatamente la rotta e proponendo un cessate il fuoco ai ribelli.
L’obiettivo della no fly zone è quello di salvare vite umane, non di scegliere un governo per la Libia.
Questo almeno è quanto dice il primo ministro britannico David Cameron nel corso dell’incontro di emergenza del governo di Londra. In totale sintonia con lui il Presidente francese Sarkozy.