Dal G20 di Cannes tasso di interesse a 1.25: ok borsa a Milano

borsa valori

Per molti Governi oggi è un giorno importantissimo: è in corso il G20 di Cannes, e i principali leader mondiali stanno affrontando una agenda di necessità ed urgenze, in merito alla crisi globale. Nella zona-Euro, si parla principalmente della crisi della Grecia (pare sia stato revocato il referendum sui sostegni dall’UE) e delle prospettive di crescita. In merito a queste ultime, il nuovo presidente della Bce Mario Draghi ha dichiarato che tutti i Paesi stanno lavorando per mostrare misure inflessibili, determinate e onorate dalla propria “firma sovrana”.

Si intensificano, sempre secondo Draghi, i rischi al ribasso, e nel vecchio continente si percepisce comunque una “incertezza particolarmente alta”. Come presidente della Bce, Draghi è intervenuto per abbassare i tassi di interesse al 1.25%, un quarto di punto netto, decisione unanime e positiva, che dovrebbe aiutare la crescita in questo difficile momento. Scrivono i giornali che il nuovo tasso di interesse al 1.25% nasce da una decisione a sorpresa.

Tornando al referendum della Grecia, pare che la sua revoca sia stata presa come un sospiro di sollievo da parte delle borse europee: a Milano oggi Piazza Affari ha fatto registrare +2.9% per Ftse all Share e +3.1% per Ftse Mib. Indici in crescita anche alle borse di Parigi e Francoforte. In generale, una crescita compresa tra il +2% e il +3% è stata registrata sulle principali piazze europee. Rallenta invece Wall Street, i cui listini odierni hanno fatto registrare crescite ridotte per Dow Jones (+0,45%) e Nasdaq (+0,15%). Per la giornata di domani dovrebbero registrarsi le medesime sedute positive in Europa e forse, come reazione a catena, anche Wall Street ne trarrà beneficio.