Decreto Milleproroghe 2011: l’opposizione boccia il provvedimento

Ancora dure critiche intorno all’ormai famoso Decreto Milleproroghe. L’opposizione non ci sta e anche se il decreto ha concluso il suo iter parlamentare non cessa di far discutere.

L’opposizione si scaglia con veemenza contro il Milleprocontiene che, secondo quanto riferiscono i loro leader, provocherà un incremento delle tasse, soprattutto ai cittadini vittime di calamità naturali che si dovranno pagare da soli le loro disgrazie.

In più tassa sul cinema, tasse sulla benzina e sulla luce per pulire le città dai rifiuti. Decreto che invece fa slittare il pagamento delle multe per le quote latte e non copre finanziariamente la sospensione dei tributi dell’Abruzzo. Insomma, il giudizio dell’opposizione sul decreto è assolutamente negativo.

Altri punti a sfavore del Milleproroghr, per l’opposizione, sono inoltre: la questione del 5 per mille e dei malati di SLA, la proroga della permanenza nell’ombra delle case fantasma, la creazione di una graduatoria di qualità della produzione culturale degli enti lirici non proprio trasparente.