DiBenedetto Roma Calcio: tutti i milioni della trattativa, cosa succederà in borsa?

L’As Roma è americana. Finalmente l’annuncio ufficiale è arrivato. L’intera città era in fibrillazione, un’attesa infinita, conclusasi nel migliore dei modi. La cordata americana di Thomas DiBenedetto ha firmato un contratto preliminare per l’acquisto dell’As Roma.

L’accordo è stato raggiunto con la controllata di Italpetroli, Roma 2000 e prevede il passaggio del pacchetto di controllo del club giallorosso, pari al 67% del capitale, nelle mani della cordata americana (al 60%) e di UniCredit (al 40%).

Sono state comprate, per la precisione 88.918.686 azioni ordinarie dell’AS Roma, rappresentative di una partecipazione pari al 67,097% del capitale sociale, al prezzo di 60.300.000 euro, corrispondente a un prezzo di 0,6781 euro per azione. Venduto anche il centro sportivo di Trigoria; e l’intero capitale sociale di Brand Management S.r.l., al prezzo di 4.000.000 euro.

Dando uno sguardo al testo dell’accordo vengono fuori le condizioni dell’operazione. L’efficacia del contratto di compravendita, infatti, è vincolata al verificarsi, entro il 31 luglio 2011, delle seguenti condizioni: il rilascio del nulla-osta da parte della competente autorità antitrust; la concessione a AS Roma da parte di Roma 2000 di un c.d. vendor loan, della durata di dieci anni e dell’importo di 10 milioni di euro; la sottoscrizione da parte di AS Roma di un accordo di finanziamento con Unicredit, della durata di cinque anni e dell’importo di 30 milioni di euro.

Vedremo lunedì come il titolo dell’ As Roma, a Piazza Affari, reagirà di fronte a questo epocale cambio al vertice. Facile prevedere un’impennata record delle azioni giallorosse.