Eads Ipersonico: l’aeroplano del futuro prende realtà

-

Parigi-Tokio in sole 2 ore e mezza? Potrebbe diventare realtà nel 2050 se lo si fa a bordo di un aereo ipersonico, cioè più veloce di un supersonico. E tutto questo senza inquinare. È il progetto megagalattico del gigante europeo EADS che presenta al mondo un modellino di 4 metri del velivolo del futuro al Salone aeronautico di Le Bourget. L’inaugurazione oggi alla presenza del presidente francese Nicolas Sarkozy. Zehst (zero emission high speed tran sport) è il primo progetto operativo di aereo ipersonico dopo la fine del Concorde, altro mitico supersonico franco-britannico precipitato il 25 luglio 2000 a Gonesse pochi minuti dopo essere decollato da Parigi. Smise di volare definitivamente il 26 novembre 2003. Ora occhi e ricerca sono tutti puntati su Zehst, che potrà trasportare dalle 50 alle 100 persone a tempi record, non prima di una quarantina di anni, del Concorde ha solo la particolare ala a delta. L’ascensione fino a 32 km di altitudine rispetto agli aerei attuali che arrivano a 11 km (il Concorde arrivava a 18), sarà possibile grazie a tre razzi a idrogeno e ossigeno, mentre il volo di crociera, poco sopra l’atmosfera terrestre, verrà garantito da altri due reattori. Zehst sarà verde perché viaggerà nella stratosfera, consumerà meno carburante, sarà un aereo-razzo come quello che alcuni di noi sognavano da bambini e raggiungerà una velocità di crociera di Mach 4, 4.800 chilometri orari, per collegare Parigi e Tokyo in due ore e mezza, quando attualmente gli aerei ne impiegano undici e mezza. L’altro obiettivo è Parigi-New York in un’ora e mezza, oggi sette ore e 45 minuti.

Appuntamento per il volo di prova previsto per il 2020, liberi ancora di sognare prima che questo diventi realtà.