Economia: il Regno Unito in difficoltà

crisi economica regno unito

L’economia del Regno Unito non riesce ad uscire dal tunnel. Oggi, infatti, è arrivata la revisione al ribasso del Pil relativo al quarto trimestre.

L’economia britannica paga soprattutto le avverse condizioni meteo. Il freddo che ha colpito l’Inghilterra a dicembre 2010 è il maggiore degli ultimi 100 anni. Un vero e proprio record che ha pesato, però, sull’economia locale, in un periodo non particolarmente felice.

Il calo trimestrale dello 0,6% è più basso rispetto allo 0,5% della prima lettura.

Nell’ultimo trimestre del 2010 le spese per consumi sono scese dello 0,1%, mentre quelle governative risultano in crescita dello 0,7%. Gli investimenti sono calati del 2,5% rialzo del 2,3 e le importazioni sono salite del 3%.

Lo stop dell’economia britannica ha anticipato la stretta fiscale varata dal nuovo governo.

A inizio 2011, difatti, sono entrate in vigore le nuove misure del piano anticrisi approvato dal governo di David Cameron.

Il piano di Cameron ha come obiettivo il taglio di 13 miliardi di sterline. Per ridurre il deficit pubblico la Gran Bretagna è quindi pronta a stringere la cinghia.