Elezioni Usa 2012: Barack Obama tra piani economici e social network

La corsa alla Casa Bianca è ufficialmente partita. Barack Obama lancia la campagna elettorale per la sua rielezione nel 2012, partendo da dove lo avevamo lasciato, ossia dai social network.

In questo nuovo intervento Obama, in un inedito botta e risposta in diretta su Facebook,  ha nuovamente respinto la richiesta di ulteriori tagli al budget, come chiesto dai repubblicani.

Obama, direttamente sul web, ha detto che se il governo facesse tutti i tagli alle spese che vogliono i repubblicani, inevitabilmente, salterebbero molti posti di lavoro, con il rischio di incappare in una nuova crisi finanziaria.

L’intervento del Presidente degli Stati Uniti è cominciato con una battuta. Obama, rivolgendosi ai suoi ascoltatori sul web ha detto: “Salve, mi chiamo Barack Obama e sono quello che ha costretto Mark ad indossare una giacca e una cravatta”. Mark è Zuckeberg, il fondatore di Facebook, che poco tempo fa ha preso parte ad una cena organizzata alla Casa Bianca, in cui erano state invitate le più brillanti menti Usa alla Casa Bianca.

Insomma, sembra proprio che Obama punti molto sulla via del web per raccogliere consensi. Decidendo di portare su Facebook il principale degli incontri dedicati in questi giorni alla sua politica economica, infatti, il presidente punta a conquistare l’elettorato più giovane, quello che alle presidenziali del 2008 non aveva ancora l’età per votare.

Non solo Facebook, Obama ha realizzato anche uno spot di 30 secondi, pubblicato su YouTube. Una prova in più del fatto che oggi la campagna elettorale negli Stati Uniti viene combattuta soprattutto sul web.