EUR USD sulle montagne russe dopo l’annuncio delle dimissioni di Mubarak

Non solo la folla dei 500 mila in piazza Tahrir, ma anche le borse avevano iniziato a festeggiare nel momento in cui era trapelata la notizia che Mubarak aveva abbandonato il Cairo diretto verso Sharm el Sheik. L’effetto è stato poi ancora maggiore quando, alle sei italiane, il suo vice ha annunciato la rinuncia definitiva del faraone ad ogni carica politica.

Anche l’Euro ha risentito della notizia, ma non del tutto in modo positivo, soprattutto nel cambio contro il Dollaro: se già vi era stato un rimbalzo fino ad area 1,3570 all’ora di pranzo, il trend positivo è proseguito fino alla fine del pomeriggio, quando si è avuta una consistente ondata di vendite.

Ora il cambio si sta riavvicinando alla resistenza di 1,35, che non è ancora stata abbattuta, ma l’andamento altilenante di oggi dice molto su quanto questa coppia sia influenzata dagli avvenimenti in medio oriente: la crisi politica egiziana è tutt’altro che finita e la guerra civile è ancora dietro l’angolo. Il modo in cui, nei prossimi giorni, verrà colmato il vuoto di potere che si è venuto a creare, determinerà la capacità del cross di superare la resistenza ed iniziare un nuovo trend ribassista.