Eurozona e crisi economica ai tempi di Google

google logo

Stasera a Bruxelles 27 capi di Stato si riuniscono per affrontare la crisi finanziaria dell’Eurozona. L’obiettivo è quello di difendere la moneta unica e di varare alcune riforme che possano fornire nuove speranze per i mercati, per i patti sociali e per i bilanci dei Governi. Ciascun Paese sta dando del suo, ma una intesa che possa risanare i mercati sulla base di decisioni concrete, rapide e chiare, non c’è ancora stata.

Molto probabilmente si prenderanno all’esame i poteri delle banche, i patti finanziari con il mondo industriale, e le riforme del lavoro. Tutto ruota intorno alla parola “negoziato”, senza la quale, pare, non si potrà mai uscire dalla crisi. In attesa di conoscere i risultati del confronto di stasera, noi di TradingOnlineFree abbiamo lavorato su una inchiesta telematica che cercasse di capire come i cittadini “internauti” stessero vivendo questo momento. Lo spunto è nato dalle analisi di ricerca che hanno rilevato come Facebook, Bunga Bunga e Borsa fossero le parole più cercate in Italia sul web nel corso del 2011. Addentriamoci nei risultati di questa nostra inchiesta: con il termine “spread” e “spread btp”, si cercano in correlazione i termini “significato” e “cos’è”. Significa che le persone in rete non conoscono molto bene la terminologia che riguarda, purtroppo, la nostra attualità politica. “Btp bund spread cos’è” è un’altra gettonata ricerca. “I debiti dell’Italia” e “i debiti pubblici mondiali” sono altre stringhe di ricerca tra le più effettuate su Google e Yahoo, sia per rintracciare notizie in merito sia per avere materiali di approfondimento, o di semplice definizione.

Molta curiosità destavano gli “eurobond” di Tremonti (“eurobond cosa sono”, “eurobond tremonti” tra le ricerche correlate), mentre nel mese di ottobre 2011 il termine di ricerca “default italia” regnava sovrano: gli internauti volevano conoscere i parametri di default del nostro Paese, e si informavano allo stesso tempo anche sui titoli di Stato e su “cosa succede se l’italia va in default”. Le ricerche più in voga di questi tempi nel settore finanziario e politico? “Ici”, “Imu”, “patrimoniale” e “calcolo pensioni”. Chissà perché!