Facebook in Borsa anche grazie a Zynga

MarkZuckerberg

Come oramai molti sapranno, il noto social network Facebook ha recentemente reso pubblici i propri libri contabili in vista del debutto in Borsa che sarebbe previsto per il prossimo mese di maggio. E tra i dati disponibili vi sono anche quelli relativi agli introiti derivanti dalla collaborazione con Zynga.

L’importante società di social game di San Francisco sta diventando molto importante per l’entrata in Borsa di Facebook. L’azienda, che ha creato giochi come FarmVille, ForntierVille e Treasure Isle, avrebbe garantito da sola il 12 per cento dei 3,7 miliardi di dollari di profitti prodotti da Facebook nel corso del suo ultimo anno fiscale.

Un dato che ci fa capire quale sia stato il peso dei video giochi all’interno delle attività di networking sociale. Facebook infatti guadagna da Zynga soprattutto grazie ai pagamenti di beni virtuali per giochi come il conosciutissimo FarmVille per esempio e guadagna anche molto bene, chiedendo una percentuale del 30 per cento su di essi.

Anche le pubblicità sono molto importanti: gli spazi che Zynga compra in grande quantità per diffondere la voce delle proprie applicazioni su ogni angolo di Facebook. Nel 2011 la pubblicità è infatti stata responsabile dell’85% dei guadagni per il social network, un vero e proprio successo.

La dipendenza di Zynga dal social network più popolare però è considerata un motivo di rischio da parte di alcuni investitori della compagnia di videogiochi ma visti i numeri prima esplicitati anche Facebook dimostra di aver bisogno di Zynga. Questo è anche scritto nella documentazione presentata dalla Sec dove si legge che “buona parte del nostro fatturato scaturisce dalla collaborazione con Zynga: se non saremo in grado di mantenere buoni rapporti con quest’ultima, i nostri risultati finanziari potrebbero risentirne”. Dunque entrambe sono diventate indispensabili l’una per l’altra e visti i risultati è stata un ottima mossa.