Federalismo fiscale 2011: i deputati di Forza del Sud minacciano di non votare a favore del federalismo

Il federalismo fiscale rischia di non passare alla Camera. Una provocazione, certo, anche perché il governo ha posto la fiducia sul decreto, ma i deputati di Forza del Sud, la formazione politica che fa capo a Gianfranco Miccichè, sottosegretario alla Presidenza del Consiglio con delega al Cipe,fanno sul serio e annunciano che potrebbero non votare stasera la fiducia sul federalismo se il ministro dello Sviluppo Economico, Paolo Romani, non ritirerà il ddl sulle energie rinnovabili.

Questa notizia, giunta inaspettata dall’area che fa riferimento al gruppo Forza del Sud di Montecitorio, piomba nello scenario politico come un fulmine a ciel sereno.

Il nocciolo della polemica, come ha spiegato l’onorevole Marco Pugliese, è il tetto massimo di 8.000 Mw per gli incentivi al fotovoltaico. Superata questa soglia, quindi, nessun altro nuovo impianto godrebbe delle agevolazioni statali.

Sarebbe una tegola per il fotovoltaico italiano. Infatti, secondo i dati del Gestore dei Servizi Energetici (Gse), gli impianti già installati in Italia raggiungono i 7000 MW.

Questo vuol dire che il prossimo giugno, termine entro il quale verranno installati impianti per la produzione di 1000 MW, il comparto del fotovoltaico in Italia dovrà chiudere i battenti. Si attendono novità in proposito.