Felice Anno Nuovo con Google e Peter Carl Fabergé

Buon Anno! Quest’anno il 30 maggio 2012 si celebrava il 166° anniversario della nascita di Peter Carl Fabergé, gioielliere e orafo russo famoso per la produzione delle Uova Fabergé. Google gli ha dedicato un logo ben disegnato, raffinato, colorato, in pieno stile con l’alta gioielleria che Peter Carl Fabergé utilizzava per le sue uova, logo presente anche oggi nel “doodle” Happy New Year! Buon Anno! di Capodanno 2013.

Grazie al doodle, oggi milioni di persone conosceranno meglio un importante personaggio della storia dell’arte. Fabergé nacque a San Pietroburgo, e morì a Losanna, il 24 settembre del 1920. Gli zar russi lo battezzarono come Maestro Gioielliere e gli commissionarono diverse collezioni di uova d’oro, medaglie e corone, tutte quante destinate agli zar della Russia. Cerchiamo di capire meglio perché egli sia tanto famoso nel mondo!

Un tesoro prezioso

Peter Carl Fabergé ebbe successo grazie all’idea di inserire un regalo all’interno delle uova preziose che portava agli zar: da qui nacque la tradizione occidentale dell’uovo di Pasqua. Già questo dovrebbe bastare per considerarlo un personaggio storico. La lavorazione di un uovo Fabergé durava circa un anno, e richiedeva la collaborazione delle più grandi gioiellerie di tutta la Russia.

Nel corso della storia, le sue uova sono state esposte presso i principali musei d’arte del mondo, e molte di esse furono vendute a imprenditori e ricchi collezionisti. Durante la sua vita, Fabergé lavorò qualcosa come 200.000 oggetti preziosi in oro e gioielli, di vario genere; il loro valore complessivo ad oggi è inestimabile. Sul sito Internet www.faberge.com trovate tantissimi materiali da consultare sia in merito ai suoi lavori che alla sua biografia. Dategli una occhiata!

Quanto costava un uovo Fabergé?

Secondo lo storico dell’arte Geza Von Habsurg, le uova più popolari di Peter Carl Fabergé erano delle dimensioni di un uovo di gallina, e costavano 60 rubli, l’equivalente di 2 anni di salario di un commerciante medio nella Russia del XIX secolo. Le uova imperiali, però, costavano molto di più: fino a  200.000 rubli, ossia una cifra equivalente a 80.000 euro di oggi. Lo stesso Geza Von Habsurg scrisse che “questi prezzi andavano ben oltre il valore intrinseco degli strati d’oro e delle pietruzze di diamante in esso incastonati per decorare le uova; gli zar pagavano la visione e il genio di Fabergé, che erano il vero valore che veniva pagato”.

Se vi chiedete oggi quanto possano valere le uova Fabergé, basti sapere che nel maggio 2004 il magnate russo Viktor Veksberg, in un’asta tenutasi al Cremlino di Mosca, pagò 90 milioni di dollari per portarsi a casa una collezione di 9 uova di Peter Carl Fabergé. Nel 2007 invece è stato venduto l’Uovo Fabergé più costoso di sempre: l’acquirente per portarlo a casa ha sborsato 18 milioni di dollari.

Peter Carl Fabergé oggi

Fabergé è tutt’altro che storia passata. Le sue collezioni ispirano i designer moderni, e sono ambite dalle gioiellerie e dai miliardari di tutto il mondo. Lo scorso 23 maggio a New York ha aperto la prima Boutique Fabergé, che vende piccole uova e altre collezioni esclusive dello storico gioielliere: pensate che in circa 150 anni di storia nessuno è riuscito a portare in America una collezione di Fabergé per rivenderla in una boutique autorizzata. Questa è la prima in assoluto: complimenti meritati.

A Londra, hanno allestito una caccia al tesoro per le vie della città, chiamata “The Fabergé Big Eggs Hunt”, il vincitore riceve in premio un Uovo di Fabergé dal valore di 120.000 euro! A San Pietroburgo invece hanno allestito una mostra speciale a lui dedicata, contenente oggetti speciali di Fabergé, come la corona imperiale che lui realizzò per lo zar di Russia nel 1861. Chissà quanto vale!