Forex con requote? No grazie

iforex requote

Quando parliamo di Trading Forex e di scelta del broker spesso ci imbattiamo nel cosiddetto “requote” e cerchiamo di capire se il broker che stiamo scegliendo effettua il requote oppure no. Ma che cosa sarebbe esattamente questo “requote” ? Per requote si intende la pratica attraverso la quale il broker rifiuta un ordine di acquisto o vendita da parte del cliente a seconda che il prezzo sia favorevole oppure no al cliente.

Appunto si parla di riquotazione ossia richiedere un nuovo prezzo. Dobbiamo partire dal presupposto che il forex è un mercato particolare dove non esiste una singola borsa. I prezzi sul mercato valutario FX si formano in base alle quotazioni che offrono in via continuativa banche, broker ed altri intermediari. Sostanzialmente non esiste una borsa delle valute dove tutti gli scambi siano concentrati in un unico luogo come è ad esempio per i future e, in parte, per le azioni. Ogni qualvolta che operiamo sulle valute il broker o la banca offre due prezzi per negoziare. Il prezzo denaro (al quale è possibile vendere) ed il prezzo lettera (al quale è possibile comprare). Nonostante le piattaforme di negoziazione abbiano fatto notevoli passi avanti specie per quanto riguarda la velocità di invio ed esecuzione degli ordini rimane sempre un piccolissimo lasso di tempo dal momento in cui l’ordine è inviato ed il momento in cui l’ordine è ricevuto. Parliamo di millisecondi ma con un mercato che si muove in maniere frenetica rappresentano sempre un lasso di tempo nel quale i prezzi cambiano.

Nel caso in cui il prezzo si fosse spostato a favore del cliente il broker potrebbe rifiutare l’ordine ed applicare quindi il requote ossia la richiesta di chiedere nuovamente la quotazione. E’ ovvio che lavorare con un intermediario che applica di frequente la richiesta di ri-quotazione rende molto difficile lavorare specie in situazioni di mercati estremamente volatili, come quello forex, e non garantisce la piena formazione nella trasparenza dei prezzi. I broker che non applicano requote accettano sempre ed indistintamente gli ordini anche nel caso sia intervenuto uno scostamento tra il prezzo visualizzato sulla piattaforma al momento dell’invio dell’ordine ed il prezzo che effettivamente è presente sul mercato nel momento di esecuzione dell’ordine.

In pratica sia che il prezzo sia favorevole o sfavorevole questo viene comunque seguito al prezzo che il cliente aveva al momento dell’invio dell’ordine. Negli ultimi mesi, al fine di migliorare la trasparenza nella formazione dei prezzi, IG Markets (prima società in Italia per trading con CFD) ha introdotto una politica di price improvement ossia di dare al cliente il miglior prezzo possibile quindi il prezzo inviato nel caso i prezzi si siano spostati a sfavore del cliente (come nel caso del non re quote) e il prezzo più favorevole in caso in cui il prezzo si sia spostato a favore dell’utente. In pratica il cliente ha la sicurezza di avere l’eseguito sempre al miglior prezzo possibile indipendentemente dal lasso di tempo di cui il sistema necessita per trasportare l’ordine dal proprio pc al server del broker. Ma chiariamo tutto con un esempio:

Supponiamo che ci siano 3 soggetti: Marco, Andrea e Giulio che hanno tre broker diversi. Marco usa un broker che applica il requote, Andrea usa un intermediario che non applica requote e Giulio usa IG Markets che invece applica il price improvement. Tutti e tre i broker offrono gli stessi spread di negoziazione.

 

Tutti e tre i soggetti decidono di fare la stessa operazione, nello stesso istante ovvero decidono di operare nel mercato forex comprando 2 lotti di EUR/USD.

 

 

 

 Marco

Broker con requote

Andrea

Broker senza requote

Giulio

Price improvement IG  Markets

Quotazione acquisto EUR/USD1.41501.41501.4150
Quotazione al momento della ricezione del ordine sul server dell’intermediario1.41491.41491.4149
Prezzo eseguitoNo eseguito ma requote1.41501.4149
RisultatoOrdine rigettato01 punto di miglioramento

 

Nell’ esempio riportato sopra, Marco sarà costretto a rieseguire la transazione e non avere nuovamente la certezza dell’esecuzione, Andrea avrebbe invece potuto ottenere un prezzo migliore, ma utilizzando un broker che non applica miglioramenti di prezzo ottiene comunque 1.4150 senza alcun vantaggio. Giulio infine, che utilizza come broker IG Markets, riesce ad ottenere il prezzo migliore risparmiando 1 punto che equivale ad 1$ o 10$ a seconda che si sia operato su contratti standard o mini.

Per dare un’idea delle dimensioni del “fenomeno price improvement” IG Markets nel solo mese di Marzo 2011 ha fatto risparmiare ai propri clienti un equivalente di ben 38.000 euro al giorno, in sostanza su base annua i risparmi per i clienti sono stimati in oltre 9 milioni di euro.

Ma vediamo adesso cosa succede nel caso contrario, cioè quando il prezzo si sposta a sfavore del cliente, quindi Marco Andrea e Giulio comprano, ma il prezzo aumenta nel frattempo che l’ordine giunge al server del broker.

 

 Marco

Broker con requote

Andrea

Broker senza requote

Giulio

Price improvement IG  Markets

Quotazione acquisto EUR/USD1.41801.41801.4180
Quotazione al momento della ricezione del ordine sul server dell’intermediario1.41811.41811.4181
Prezzo eseguito1.41811.41801.4180
Risultato+1 rispetto alla richiesta0 rispetto alla richiesta0 rispetto alla richiesta

 

È chiaro come la politica di price improvement di IG Markets rappresenti un notevole vantaggio per tutti i trader che operano nel mercato forex.