Forex: dollaro in ribasso

1884_trade_dollar_rev

Continuano i ribassi per il dollaro che si appresta a chiudere un’altra settimana negativa nei confronti della moneta unica europea, ma la sensazione è che la discesa delle quotazioni del biglietto verde potrebbe arrestarsi con l’ arrivo del nuovo anno. Ed allora non sarebbe male l’idea di iniziare ad accumulare dollari con l’ottica di diversificare il proprio portafoglio. Prossimo al raggiungimento dell’area 1,38 – 1,385 il cambio eur/usd potrebbe incontrare delle solide resistenze capaci di frenare l’ascesa della moneta unica europea.

Accumulare dollari nella parte alta della forchetta del prezzo del cambio, potrebbe essere una buona strategia anche per coloro che non operano esclusivamente sul forex online, ma che vogliono fare shopping sull’equity americane che iniziano a mostrare i primi segni di debolezza.  Il tanto famigerato Tapering, la riduzione del Quantitative Easing della Federal Reserve, sembra ormai essere prossimo, e la riduzione degli stimoli monetari della banca centrale americana, sicuramente si ripercuoteranno sui prezzi dell’azionariato a stelle e strisce.

Avere una parte di liquidità investita in dollari potrebbe, quindi, rivelarsi la mossa giusta per iniziare a comprare azioni americane, in vista di un imminente storno degli indici statunitensi.  Non va dimenticato, però, che le autorità finanziarie americane avranno tutto l’interesse di mantenere schiacciate le quotazioni dollaro per attrarre capitali esteri per sostenere un’economia che inizia a scricchiolare da più parti.

Chi è abituato ad operare sul forex online sa bene quando le fluttuazioni del cambio eur/usd siano sensibili alle decisioni della Federal Reserve, che più volte ci ha abituato a repentini cambi di vedute, quindi in un finale dell’anno che si preannuncia più che mai incandescente, tenersi pronti a tutto è la parola d’ordine per chi ama investire nelle valute.

1884_trade_dollar_rev