Forex, il cambio Euro / Dollaro in Eurozona

simbolo euro

Tutto in calo. Ci troviamo in un momento in cui il nostro mercato sta attraversando una fase molto delicata.

Wall Street chiude con l’indiceS&P500 che perde l’1,68 per cento, il Nasdaq con una perdita del 2,25 per cento e Tokyo con un punto di percentuale in meno. E per le borse europee la situazione non è poi così diversa. Anche per loro la seduta inizia in territorio negativo. E non solo. Ieri i titoli francesi e spagnoli hanno toccato record storici contro i Bund tedeschi, rispettivamente sopra i 200 punti base e sopra i 500 punti base. Lo spread Btp-Bund invece sembra essersi fermato in area 500 bp. Adesso è iniziata la corsa degli investitori che stanno liquidando buona parte delle attività finanziarie targate in euro, preferendo soprattutto yen e dollari americani. Questo perché il cambio euro/dollaro è sceso ai minimi di seduta, da 1,3516 a 1,3438. Sul Forex oggi l’euro ha vissuto un inizio mattinata davvero tragico. Il cross EUR/USD è passato da area 1,3520 a 1,3438, avvicinandosi ai 1,3420. Il rischio diventa sempre più alto. E, secondo gli analisti di Morgan Stanley, non è detto che non arrivi una nuova caduta, date le vendite diffuse dei titoli di Stato europei. Inoltre, la pubblicazione di questa settimana del dato sul Piano monetario internazionale nell’area euro e in Germania, se negativo, potrebbe esporre la moneta unica ad una ulteriore discesa. E dall’altra parte, il dollaro potrebbe guadagnare terreno viste le aspettative per un taglio dei tassi da parte della Banca centrale europea.

Tutto a scendere insomma. Che bel momento. E chissà quando ritorneremo a salire.