Forex: leggero rialzo euro su dollaro grazie alla manovra Monti

EURO

Sarà una settimana molto, molto importante per il destino dell’euro. Il varo della manovra del governo Monti “salva Italia” ha svolto il ruolo di apripista per sette giorni che saranno densi di appuntamenti a partire dal vertice franco-tedesco di oggi. Angela Merkel incontrerà a Parigi il Nicolas Sarkozy per trovare un accordo da presentare nel prossimo summit UE del prossimo 9 dicembre. Tema principale sarà la prossima unione fiscale del Vecchio Continente.
E come stanno reagendo i cambi a questo clima? Il cross euro/dollaro si è mantenuto in leggero rialzo in zona 1,345 dollari. Oggi i mercati traggono vantaggio dal varo della  manovra extra strong da parte del governo Monti per complessivi 30 miliardi di euro con 17 miliardi di euro da nuove tasse e 13 miliardi  di euro dal taglio alle spese. Fra le  misure più importanti: il ritorno dell’Ici sulla prima casa, una pesante riforma delle pensioni e la completa deducibilità dell’Irap per le imprese. Le risorse raccolte saranno destinate per 10 miliardi di euro alla crescita e per 20 miliardi di euro alla “messa a posto” dei conti. Beneficia della manovra anche lo spread Btp/Bund visto che il differenziale tra il decennale governativo tedesco e quello italiano è sceso fino a 421 punti base.
Un ulteriore elemento positivo l’eventuale prestito che la BCE potrebbe conceere, fino a 200 miliardi di euro, attraverso l’Fmi. I prestiti verrebbero inseriti in operazioni a forma di triangolazioni. L’eventuale intervento del Fondo monetario permetterebbe di bypassare gli ostacoli inseriti nello statuto della Bce, che proibisce appunto di dare fondi direttamente ai Paesi membri dell’Unione europea all’istituto centrale.