Forex Trading: Euro sempre più giù

Era stato ampiamente previsto ed infatti si è verificato già in prima mattinata: l’Euro ha sfondato la soglia di supporto psicologico di 1,30, spinto dai timori (peraltro fondatissimi) sempre più forti che la crisi del debito sovrano possa, da Irlanda e Grecia, contagiare altri paesi dell’Eurozona.

La discesa ha seguito da vicino lo stesso andamento ribassista delle borse ed è dovuta ad una vendita in massa della valuta unica per acquistare beni rifugio. Va da sé che le valute che da sempre lo sono considerate, guadagnano forte sull’Euro: EUR/YEN è sceso fino ad un minimo di 109,87, con i trader che cercano la strada per testare i minimi di 105,4 di agosto; EUR/CHF ha già rotto il supporto a 1,3230.

Tornando a EUR/USD, la discesa si è spinta addirittura fino a 1,2970, cosa che pensare che il trend negativo continuerà a lungo. Forse nelle ultime settimane dell’anno si potrebbe arrivare a 1,27 prima e 1,2580 poi.