Forex trading: Franco svizzero vuol dire incertezza

Ne abbiamo già parlato più volte: il Franco svizzero è il metro dell’incertezza sui mercati valutari mondiali. Da sempre bene rifugio per la sua stabilità, viene comprato in massa dai Forex trader all’apprire di segnali sconfortanti. E così è stato, appunto, negli ultimi sei giorni. Dopo che nell’intraday di ieri la coppia EUR/CHF si era spinta giù a 1,2489, il valore più basso di sempre, per poi richiamare soglia psicologica di 1,25, nella giornata di oggi ci sono stati pochi movimenti.

Il sentiero dell’Euro è infatti fiacco e fatica a superare 1,30 sul Dollaro, nonostante la spinta delle dichiarazioni cinesi di sostegno all’Eurozona. Pechino sarebbe intenzionata ad acquistare quote del debito dei paesi periferici, ma fino a che non si darà notizia che la transazione è realmente avvenuta, questo trend potrebbe continuare fino nell’anno nuovo. Nel frattempo, le indiscrezioni parlano addirittura di cifre, per la precisione 4 o 5 miliardi di bond lusitani a diversificare le riserve cinesi di valuta estera (circa 2,65 trilioni di Dollari).