Forex trading: rafforzamento della coppia USD/CAD dopo il crollo del greggio

Dopo aver mancato più volte la sfondamento della soglia psicologica di 1,0000, la coppia USD/CAD sta risalendo da qualche giorno, ed è arrivata a 1,0171 questa mattina, stabilizzandosi poi a 1,0159. La resistenza è fissata a 1,0101, il minimo del primo di novembre

Il valore della moneta canadese è stato spinto giù dai dati pubblicati sulle vendite del settore manifatturiero, in calo dopo il rialzo del 2% di agosto. Alla valuta statunitense giovano invece dati dello stesso settore ma di segno opposto, pubblicai ieri. I trader si sono dimostrati comunque molto cauti e confidano in egual misura in un rialzo o in un ribasso nei prossimi giorni.

Ma c’è di più: tra le cause della svalutazione anche la correzione del prezzo delle materie prime, tra cui metalli preziosi e petrolio. Infatti, il Canada è il principale fornitore statunitense di oro nero, il cui prezzo ha subito oggi una brusca discesa del 1,17% fino a raggiungere gli 83,72 dollari al barile. Dietro le perdite troviamo, ancora una volta, le preoccupazioni riguardo la crisi del debito pubblico di alcuni paesi, tra cui l’Irlanda.