Futures sulle materie prime ancora su: è la volta del corn

Nell’ultimo periodo, si sa, l’incremento dei prezzi delle materie prime è stato notevole, vuoi per la speculazione sulla situazione cinese, vuoi per il saliscendi di alcuni indici azionari. Nella giornata di ieri ci si aspettava un’inversione di rotta per il prezzo dei future sul grano (corn future), ma questo non è avvenuto e, per la gioia di chi aveva una posizione long (la minoranza) il prezzo ha continuato a salire.

A spingere questa tendenza sono gli acquisti massicci, che hanno creato una occasione di ingresso al di sotto del supporto di 543 punti; infatti l’incertezza sugli altri mercati costringe i trader proattivi a tentare la fortuna su altri mercati, come quello del corn.

Alla luce di questo si spiega anche come il prezzo dei futures sul caffè sia schizzato alle stelle non meno di 3 giorni fa (un rialzo del 66% totale nel corso dell’anno). Intanto, si avvicinano le vacanze di Natale, con relativo close-out dei contratti a lunghissima scadenza: si fa trading con profitti veloci e preparandosi alle tendenze per l’anno nuovo.