G20 Cannes 2011, l’Italia al tavolo delle verità

Cannes_France

Summit a Cannes per il G20: oggi è stato il giorno dedicato all’Italia. Quale sarà il nostro destino?

Nella località della Costa Azzurra verranno decise le sorti economiche del nostro pianeta. Al centro del dibattito: l’Europa e la volontà, nonché la necessità immediata, di evitare un disastro finanziario di proporzioni catastrofiche. Ieri al centro del dibattito la terribile situazione della Grecia, oggi quella dell’Italia. Il nostro presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, è arrivato in mattinata con in mano il maxi-emendamento sviluppo redatto questa stessa notte. Il problema dell’Italia non sono i fondamentali dell’economia ma il debito e l’Italia il debito lo ha sempre onorato e ha sempre rispettato gli impegni europei e internazionali. Sono state queste le sue parole per rassicurare i leader del G20 riuniti a Cannes. Sarkozy, alla fine della prima giornata, riferisce di aver preso atto con interesse dei risultati derivati dalla riunione del governo italiano, ma la questione non è il contenuto del pacchetto, ma la sua applicazione. E il presidente francese, su questo, mostra i suoi dubbi. Il cancelliere tedesco, Angela Merkel, sostiene invece che l’importante è che sia l’Italia che la Spagna vadano avanti con determinazione nell’attuare le riforme economiche. E subito arriva la risposta dall’Italia. I grandi obiettivi del nostro Presidente sono: pareggio di bilancio entro il 2013 e una veloce riduzione del rapporto debito/Pil a partire dal 2012. E infine per addolcire ancora di più i  leader europei, il nostro premier ha concluso spiegando che la ricchezza patrimoniale delle famiglie italiane è un multiplo dello stock di debito. Quindi non c’è da preoccuparsi. In qualche modo arriveremo al bilancio.

E così si conclude la giornata dedicata all’Italia.