G20 Parigi. All’ordine del giorno banche e finanza

g20

Al via a Parigi il G20. All’ordine del giorno vengono segnalati temi legati al mondo finanziario e a quello delle banche. Lo ‘shadow banking’, la parte oscura del sistema bancario, che sfugge ai controlli, entra nell’agenda del Gruppo dei 20 Paesi riuniti a Parigi, sotto la presidenza francese, per un vertice dei ministri finanziari e dei governatori centrali.

Questione che, unita al problema delle banche troppo grandi per poter fallire, rappresenta uno dei problemi maggiori dei prossimi mesi e del futuro in generale.

A dirlo è il presidente del Financial stability board e governatore della Banca d’Italia, Mario Draghi, al gala dinner di Eurofi, il seminario che anticipa il G20. Al seminario hanno preso parte anche il ministro delle Finanze francese, Christine Lagarde e il presidente della Banca centrale europea, Jean-Claude Trichet.

L’intervento di Draghi, molto apprezzato, ha toccato diversi punti. Particolarmente interessante il punto in cui Draghi ha sottolineato come le società democratiche non possano accettare un’altra crisi finanziaria e che il denaro dei contribuenti in futuro non dovrà essere utilizzato in caso di crisi.