Giorgio Vasari, un pensierino per una vacanza d’arte

vasari

L’Italia, almeno l’Italia che ci piace ancora, quella che ci fa continuare ad essere fieri di farne parte, è fatta di personalità della cultura che, con il loro lavoro, hanno lasciato un segno indelebile a livello mondiale, influenzando, in alcuni casi, anche il modo di pensare. Come Giorgio Vasari, eccellente pittore di Arezzo del ‘500 che, oltre a donare al mondo la sua arte, ha lasciato un patrimonio culturale inestimabile, in quanto si è prodotto in un’attività importante quanto utile. E’ infatti ricordato principalmente come storiografo dell’arte e critico, scrivendo quel ‘Vite de più eccellenti pittori, scultori et architetti’ che ad oggi è considerato uno dei testi fondamentali della Storia dell’Arte, studiati in vari ambiti e a più livelli, dai licei alle università. Giorgio Vasari fu un grande studioso di artisti immortali come Raffaello e Michelangelo e gran parte della sua produzione artistica si ispira a questi due nomi.

Ma Vasari fu anche architetto, esordendo con la progettazione e costruzione di Villa Giulia, a Roma. Seguiranno altri lavori di architettura che ad oggi sono considerati capolavori a livello mondiale e patrimonio artistico-architettonico dal valore inestimabile, come ad esempio il famosissimo Palazzo degli Uffizi a Firenze -oggi una delle più importanti gallerie d’arte sul territorio nazionale- la cupola della Madonna dell’Umiltà a Pistoia, le Logge ad Arezzo e molti altri ancora che continuano a consacrare Vasari.

A Firenze, fonda la famosissima Accademia delle Arti, basandola sul concetto che il disegno costituisce la vera base per poter praticare tutte le arti. In questi giorni vengono celebrati i 500 anni dalla nascita del grande artista, architetto e storico (1511), e il più importante motore di ricerca, Google, gli dedica il famoso logo in apertura di pagina.