Gli alieni esistono veramente: il Logo Google sull’Incidente di Roswell

roswell

Sono un appassionato di UFO. Sebbene non ne abbia mai visto uno! Amo le ricerche scientifiche fatte in merito, le condivisioni delle esperienze su Internet (6.000.000 di video condivisi nella storia del web, nel mondo), i “misteri” che girano intorno al termine UFO. Come ad esempio il mistero dei cerchi del grano, il mistero più “burlesco” a detta di molti, che però si spiega da solo: ci sono testimonianze di cerchi nel grano, fatti in giro per il mondo a cavallo tra l’800 e il ‘900, che da sole smentiscono la teoria dei “buontemponi” che realizzano i cerchi nel grano per “fare rumore” su Internet, così come basta a non rendere valida la teoria del complotto militare, dato che 100 anni fa non esistevano tecnologie militare capaci di creare cerchi sul grano “sparando” un laser dal satellite.

Quando allora, oggi, ho visto il Logo Google dedicato all’Incidente di Roswell, mi son chiesto: “perché?“…Perché l’azienda più grande al mondo, la tecnologia web più condivisa dall’uomo, lo strumento più veloce e “serio” dei nostri tempi, Google, insomma, dovesse dedicare un Logo a un incidente che, secondo fonti ufficiali, avrebbe visto cadere un pallone sonda nei cieli di Roswell in quel dell’8 Luglio 1947?

Forse perché non si trattava di un pallone sonda, e se cercate su Youtube i nomi dei testimoni di quell’incidente, li troverete oggi, un pò avanti con l’età, a dire come dei disperati, che loro avevano visto – e anche toccato con mano! – qualcosa che tutto era fuorché il pallone sonda.

Per “entrare” a far parte nel Logo Google bisogna essere entrati a far parte della storia (esempio: Bram Stoker), oppure appartenere a una grossa tradizione popolare (esempio: Il Giorno Di San Valentino), o anche, essere un evento mass-mediatico di grande portata sul web (esempio: Le Olimpiadi).

L’incidente di Rosswell non si colloca esplicitamente in nessuna di queste tre categorie. E’ una sorta di “popolare e irrisolto mistero” dell’epoca moderna… Eppure…c’è! E’ entrato nella storia, sicuramente, come primo “caso” mass-mediatico sugli UFO, che forse nient’altri è che un grosso caso di copertura mediatica (appunto) della verità. E Google gli ha dedicato il Logo. Alcuni direbbero che fa parte del processo di educazione delle masse all’idea che esistono forme di vita aliene, processo iniziato 60 anni or sono e ancora oggi in piena “via di sviluppo”. Google senza ombra di dubbio è l’attore ideale per veicolare questa “idea”. Se Google pubblica un Logo sugli UFO di Roswell, allora significa che gli alieni esistono davvero?

Non saprei. Vi lascio con una “prova scientifica”. Tra il 1947 e il 1969, a seguito dell’incidente di Roswell, diversi video di creature aliene sono stati registrati da autorità militari. E oggi “sguazzano” liberamente su Youtube, ponendo la questione se fossero veri o falsi. Bene, qualcuno ha risposto a questa domanda, dimostrando che i video degli alieni (ne trovate uno di seguito) fossero originali. Come? Utilizzando lo strumento che viene utilizzato, sempre dai militari, per rilevare eventuali interventi in computer grafica su un video di repertorio. Lo strumento utilizza una comparazione tra le trasmissioni audio e quelle video della clip “dubbia”. Se i due valori combaciano, significa che il video è originale e che nessun intervento è stato fatto. Se non combaciano, significa che c’è stato un “secondo ritocco”. Bene, i valori di questo video combaciano alla grande. Cercatene le prove su Youtube. Google permettendo.

httpv://www.youtube.com/watch?v=Cu15obPA2Qs

roswell