Gregor Mendel: il Logo Google per la leggenda ceca

mendel doodle

Impossibile non accorgersi del logo di oggi di Google, il motore di ricerca più famoso al mondo. Da diverso tempo, Google ci ha abituati a questo genere di sorprese che rimandano sempre ad un evento da celebrare accaduto proprio in quel giorno. E lo fa modificando il suo famosissimo logo, dandogli i connotati evocativi dell’evento celebrato.
Oggi è il caso di una scritta Google fatta con piselli e baccelli. Ma cosa rappresentano esattamente e a cosa fanno riferimento?

Basta spostare il cursore del mouse sul logo e comparirà l’informazione cercata: oggi ricorre il 189esimo anniversario della nascita di Gregor Mendel, considerato da tutta la comunità scientifica il ‘padre della genetica’.
Mendel infatti, fu il primo a comprendere che la cosiddetta ereditarietà è qualcosa che attiene fattori specifici derivanti dai nostri genitori.
E per dimostrare questa sua illuminante intuizione, decise di utilizzare e studiare per ben sette anni, proprio sette varietà della pianta del pisello e in particolare, del suo frutto.
Grazie a questi esperimenti, in cui venivano impollinate ed incrociate piante molto diverse fra loro ma della stessa specie, Mendel riuscì a creare talmente tante probabilità da poter formulare con assoluta certezza le sue leggi sulla genetica e l’ereditarietà.

Anzi, per essere esatti, dimostrò per la prima volta nella storia, l’esistenza dei geni, che in un primo momento vennero chiamati ‘caratteri dominanti ereditari’.
Insomma, è grazie a Gregor Mendel se oggi possiamo ipotizzare il colore degli occhi di nostro figlio o individuare cose ben più importanti, come l’ereditarietà di alcune malattie.
Val bene un logo fatto di baccelli e piselli su google!