Gruppo UBI Banca: emissione Social Bond “UBI Comunità per Fondazione San Patrignano”

UBI Banca annuncia l’emissione del prestito obbligazionario “solidale” (Social Bond) “UBI Comunità per Fondazione San Patrignano”, per un ammontare complessivo di 20 milioni di euro, i cui proventi saranno in parte devoluti a titolo di liberalità alla Fondazione stessa. Il contributo verrà utilizzato dalla Comunità di San Patrignano per la realizzazione del Progetto “Il Cane in aiuto dell’uomo” .

Il progetto è centrato sulle attività cinofile sviluppate nella Comunità, sia come Pet Therapy a sostegno del progetto riabilitativo dalla condizione di tossicodipendenza che come attività formativa che permette ai ragazzi recuperati di reinserirsi professionalmente nella società. Le attività di Pet Therapy vengono erogate anche a bambini in situazione di disagio, persone diversamente abili e pazienti affetti da AIDS curati nelle strutture sanitarie della comunità.

Le obbligazioni, emesse da UBI Banca, hanno un taglio minimo di sottoscrizione pari a 1.000 euro, durata 2 anni, cedola semestrale, tasso annuo lordo pari al 2,1% e possono essere sottoscritte dal 11 ottobre al 15 novembre 2013, salvo chiusura anticipata o estensione del periodo di offerta. Le obbligazioni non sono destinate alla quotazione in nessun mercato regolamentato o sistema multilaterale di negoziazione: saranno negoziate dai collocatori in contropartita diretta nell’ambito del servizio di negoziazione per conto proprio.

“Ringraziamo il Gruppo UBI Banca e chiunque sceglierà di sottoscrivere una di queste obbligazioni – sottolinea Antonio Tinelli, coordinatore del Comitato sociale di San Patrignano – Si tratta di un’importante iniziativa volta a sostenere prima il recupero e poi la formazione dei nostri ragazzi in percorso. Un prezioso supporto per una comunità che da oltre 30 anni aiuta gratuitamente chiunque ne faccia richiesta e che propri per questo ha bisogno del sostegno di tutti”.

“Il Terzo Settore in Italia è una realtà di primaria importanza per la società civile e l’economia del Paese e in forte ulteriore sviluppo. Per il Gruppo UBI Banca è importante essere parte integrante di una società moderna e in cambiamento, anche attraverso il sostegno a Enti come la Fondazione San Patrignano, che si distinguono per la capacità di trasformare risorse economiche in progetti a elevato impatto sociale”, commenta Rossella Leidi, Chief Business Officer, di UBI Banca.

L’introduzione dei Social Bond in Italia rientra nella rinnovata strategia commerciale del Gruppo UBI Banca di accompagnamento del Terzo Settore – non profit, lungo un percorso di crescita, di innovazione sociale e di sostegno a progetti ad alto impatto sociale promossi da soggetti pubblici e privati nei territori di riferimento, avviata nell’ultimo trimestre del 2011 attraverso il lancio di UBI Comunità, piattaforma di servizi e di strumenti dedicati, inter alia, a organizzazioni non profit e istituzioni religiose. UBI Comunità è un innovativo modello di servizio che si propone di offrire risposte tempestive ed efficaci alle eterogenee necessità del non profit attraverso prodotti appositamente pensati per dare sostegno bancario e creditizio a fronte della gestione quotidiana dell’attività, alla progettualità ed agli investimenti.

Da aprile 2012 a oggi sono stati collocati dal Gruppo UBI Banca 32 Social Bond per un controvalore complessivo di circa 327,25 milioni di euro, che hanno reso possibile la devoluzione a titolo di liberalità.