Guerra Libia 2011: alla Nato il comando delle operazioni

Nonostante i malumori di Nicolas Sarkozy il comando delle operazioni in Libia passa alla Nato. L’Organizzazione si occuperà del mantenimento della no fly zone e garantirà l’incolumità dei civili. Intanto le forze della coalizione fanno un primo bilancio delle operazioni.

Dopo il vertice di Parigi del 19 marzo, che in pratica ha dato inizio alle operazioni in Libia, secondo le forze della coalizione sono state salvate molte vite umane.

Quello che è sicuro è che l’obiettivo, almeno sulla carta, dell’operazione libica è esclusivamente quello di mettere al sicuro dalla la popolazione civile dagli attacchi del rais e far rispettare la risoluzione 1973, che prevede l’instaurazione della cosiddetta no-fly zone.

L’Unione Europea ha reso noto che è pronta a bloccare tutti i derivati dal petrolio e dal gas che provengono da Muammar Gheddafi, e ha chiesto che la comunità internazionale faccia lo stesso.