Guerra Libia 2011: Gheddafi accusa l’Occidente di aver ucciso dei civili

In Libia si continua a combattere e a morire. Non solo le incursioni aeree delle forze armate della coalizione occidentale, ma soprattutto gli scontri tra le forze governative vicine al regime e i ribelli.
Alcuni ufficiali dell’esercito fedeli al rais hanno mostrato ai giornalisti presenti a Tripoli 18 corpi carbonizzati, in un ospedale della capitale.
Secondo la loro versione si tratterebbe di militari e civili  uccisi durante i raid arei compiuti dalla coalizione internazionale. Sempre secondo le fonti del regime libico, sarebbe stata colpita Tajura, un quartiere residenziale di Tripoli.
I bombardamenti avrebbero provocato un numero importante di morti fra i civili. Notizie che però non sono state confermate.
Intanto i carri armati di Gheddafi sono tornati a Misurata nella notte e hanno attaccato la zona vicino all’ospedale.