Guerra Libia 2011: Gheddafi non si arrende e assedia Bengasi

Quinta notte di raid occidentali sulla Libia. I bombardamenti, però, dalle notizie che giungono dalla Libia, non sarebbero riusciti a fermare i carri armati di Muammar Gheddafi, che questa mattina avrebbe colpito le città in mano ai ribelli. Il condizionale è d’obbligo, ma sembra proprio che il Colonnello sia passato al contrattacco.
Fonti piuttosto attendibili comunicano che i mezzi pesanti di Gheddafi sono tornati a Misurata nella notte e hanno attaccato la nei pressi dell’ospedale.
Misurata, la terza della Libia, ha visto il dispeiegamento di molti cecchini fedeli al rais, che hanno continuato a sparare su qualsiasi obiettivo, senza curarsi troppo dei bombardamenti della coalizione, almeno secondo quanto hanno riferito alcuni abitanti.
Un portavoce dei ribelli ha detto che i cecchini hanno ucciso 16 persone.
Anche a Tripoli la situazione non è tranquilla. Nelle prime ore del mattino una forte esplosione è stata sentita nella capitale. Probabilmente è stata colpita una base militare.