Habemus Papam: Jorge Mario Bergoglio (Papa Francesco I) è il nuovo Papa

800px-Petersdom_von_Engelsburg_gesehen

Chi è il nuovo Papa? Che nome ha, quale età, Paese, come si chiama? Leggi qui per la sua biografia e vedere le foto! “Habemus Papam!”,  la fumata è stata bianca! Alle ore 19:00 di oggi mercoledì 13 marzo 2013 c’è stata l’elezione definitiva del Conclave: è stato scelto il nuovo Papa, e la scelta è caduta su Papa Jorge Mario Bergoglio.

Da lunedì, oltre a lui, erano favoriti tra i candidati Donald Wuerl (Washington), Sean O’Malley (Boston), Peter Erdo (Ungheria), Christoph Schonborn (Austria) e il ghanese Peter Kodwo Appiah Turkson.

E’ stata una giornata molto intensa per i 115 elettori del Conclave. Dopo la fumata nera del voto delle 11:00 di stamattina, infatti, gli elettori hanno dapprima pranzato a Santa Marta, e poi si sono spostati nella Cappella Sistina, dalla quale è uscita la fumata bianca. Sempre in giornata c’era stata una messa nella Cappella Paolina. Piazza San Pietro era gremita di fedeli, nonostante il maltempo a Roma e nonostante alcuni rumoreggiamenti dopo le fumate nere, che li avevano portati ad allontanarsi dalla Piazza.

Padre Lombardi ha anche detto che la messa di inaugurazione del nuovo Papa potrebbe essere celebrata il prossimo martedì 19 marzo, stesso giorno della Festa del Papà o, seguendo il calendario, il giorno di San Giuseppe.

Di seguito il testo del giuramento che tutti gli elettori hanno fatto per partecipare al Conclave ed eleggere

“Noi tutti e singoli Cardinali elettori presenti in questa elezione del Sommo Pontefice promettiamo, ci obblighiamo e giuriamo di osservare fedelmente e scrupolosamente tutte le prescrizioni contenute nella Costituzione apostolica del Sommo Pontefice Giovanni Paolo II, Universi Dominici Gregis, emanata il 22 febbraio 1996. Parimenti, promettiamo, ci obblighiamo e giuriamo che chiunque di noi, per divina disposizione, sia eletto Romano Pontefice, si impegnerà a svolgere fedelmente il munus Petrinum di Pastore della Chiesa universale e non mancherà di affermare e difendere strenuamente i diritti spirituali e temporali, nonché la libertà della Santa Sede. Soprattutto, promettiamo e giuriamo di osservare con la massima fedeltà e con tutti, sia chierici che laici, il segreto su tutto ciò che in qualsiasi modo riguarda l’elezione del Romano Pontefice e su ciò che avviene nel luogo dell’elezione, concernente direttamente o indirettamente lo scrutinio; di non violare in alcun modo questo segreto sia durante sia dopo l’elezione del nuovo Pontefice, a meno che non ne sia stata concessa esplicita autorizzazione dallo stesso Pontefice; di non prestare mai appoggio o favore a qualsiasi interferenza, opposizione o altra qualsiasi forma di intervento con cui autorità secolari di qualunque ordine e grado, o qualunque gruppo di persone o singoli volessero ingerirsi nell’elezione del Romano Pontefice.”

800px-Petersdom_von_Engelsburg_gesehen