Il Drawdown: cos’è e a cosa serve?

Il Drawdown non è altro che uno di quei termini tecnici che si usano abitualmente fra Forex Traders. Il termine inglese può indurre in inganno: in realtà si tratta di un concetto semplicissimo: ossia la quantità di denaro che si è persa in uno o più trade.

Essenziale è il fatto che il Drawdown si misura come percentuale sul capitale iniziale: se abbiamo investito 5000 Euro perdendone 1000, esso sarà del 20%. Ma, dato che il parametro di riferimento è il massimo capitale raggiunto, se perdiamo 2500 Euro e ne riguadagnamo altrettanti, il Drawdown sarà, non dello 0%, bensì del 33%.

Essendo la massima diminuzione del capitale da un picco dello stesso, il Drawdown è come indicatore che ci segnala quanto stiamo perdendo, che possiamo fermarci prima del raggiungimento della soglia massima di sopportazione delle perdite. Infatti la psicologia del Trading ha dimostrato come, trovandosi vicini alla soglia, sia molto più facile commettere sciocchezze.

La lezione da imparare è che qualsiasi perdita richiederà grandi sforzi per essere recuperata: basti pensare che, se perdiamo il 20% in Drawdown su un capitale sempre di 5000 Euro, tornare alla situazione originaria – cioè guadagnare 1000 Euro – richiederà un Gain del 25%.