Il Governo Monti gioca d’anticipo: “medicine” per borse e spread

mario monti wiki

Approvata la Legge Stabilità, Silvio Berlusconi va al Quirinale per rassegnare le proprie dimissioni, e Mario Monti si appresta a diventare il nuovo Presidente del Consiglio. Dini, Schifai e Alfano sono i possibili candidati qualora Monti non riesca ad ottenere le preferenze di Governo. Il nuovo incarico sarà assegnato domani da presidente della Repubblica Napolitano, che al momento si trova a prendere in considerazione soltanto le opposizioni di Lega e PD che non vorrebbero un governo tecnico alla guida del Paese.

Da più parti comunque si auspica un “senso di responsabilità” e l’impegno per “formulare proposte in grado di conciliare il rigore imposto dalla necessità di ridurre il debito pubblico e di promuovere la crescita distribuendo equamente i sacrifici”, ha affermato lo stesso Napolitano in un congresso politico. Mario Monti, che qualcuno ha scherzosamente detto essere l’unico italiano con credibilità all’estero, è stato nominato senatore a vita questa settimana e ora, a 68 anni, trova le forze per affrontare “l’enorme lavoro da fare” (dice in una intervista pubblicata su Il Mattino).

In molti a suo dire “non tengono conto della gravità del momento”, del resto una maggioranza “di ampio respiro” ed una facile e massima condivisione degli obiettivi da raggiungere dovrebbe rendere meno tortuoso il percorso di salvataggio dell’Italia. Sta tutto lì: credibilità, operatività, esecutivo efficienti. Pensate che la sola ipotesi di un Governo Monti ha portato al +5% la Borsa di Milano, e fatto scendere di ben –110 punti lo spread dei titoli di Stato. A dimostrazione che l’Italia ha i numeri e le forze giuste per poter tornare a galla. Senza troppi patemi d’animo.