Il mercato del poker online: diamo un’occhiata al profilo giocatore

poker-allitaliana

La vita si gioca in un colpo solo, il resto è attesa. Recitava Matt Damon nel film Il Giocatore. Giocatori incalliti, giocatori dei bar, giocatori delle sale fumose. Vecchie storie. Oggi il giocatore sfida la sorte on line, da solo, davanti al suo pc. Profilo abbastanza comune a quello dell’italiano medio, maschio. Giocano più gli uomini delle donne, soprattutto quelli meridionali e nelle fasce di età centrali. Per lo più impiegati ed operai che superano studenti e casalinghe. Questo il profilo del giocatore che emerge da un’indagine di Lottomatica, presentata parallelamente alla diffusione del bilancio sociale 2010.

Il Lotto si conferma il gioco più popolare, quello preferito al sud da donne in grembiule e pensionati con basso titolo di studio. Le giocatrici amano molto il Gratta e Vinci mostrando uno scarso interesse per il Totocalcio. Gli anziani vengono invece attratti maggiormente dalle Lotterie nazionali, mentre giovani e laureati preferiscono il Poker online. Contemporaneamente si afferma anche la tendenza a giocare a più giochi. I giocatori esclusivi ad un gioco specifico rappresentano circa il 24% mentre il restante 77% dei giocatori, dunque la stragrande maggioranza, gioca nell’anno almeno a due o più giochi. In media il numero dei giochi effettuati nel corso dell’anno è pari a tre.

Il giocatore online è tipicamente di sesso maschile con età inferiore ai 30 anni, con titolo di studio medio-alto, proveniente dai maggiori centri urbani e la propensione al gioco aumenta nelle regioni meridionali. Il tipo di gioco online più popolare è diventato in questi ultimi anni il poker, con 1 milione di giocatori, sottraendo il primato alle scommesse sportive. Per quanto riguarda il mercato, la raccolta lorda è aumentata del 13% a 61,4 miliardi. Aumentato anche il monte dei premi distribuiti a 44 miliardi con un netto di circa 17 miliardi. In sostanza 1 euro al giorno a italiano considerando la popolazione adulta. Chi non risica non rosica, ma attenzione: pochi giocatori si ricordano delle vincite, ma ciascuno di loro ricorda con esattezza ogni singola sconfitta.