Il nuovo Governatore Bankitalia è Ignazio Visco

ignazio visco

La Banca d’Italia ha scelto il suo decimo governatore: il successore di Mario Draghi sarà Ignazio Visco, napoletano di 61 anni, già vice direttore di Bankintalia negli ultimi quattro anni e mezzo.

Battuta la concorrenza rappresentata da Lorenzo Bini Smaghi (nel board della Bce), Vittorio Grilli (gradito da Giulio Tremonti), e Fabrizio Saccomanni (appoggiato da Draghi). L’impressione è che la scelta sia ricaduta su un candidato che non scontenta nessuno. Il nuovo governatore è un noto studioso, scrittore di libri d’economia e professore universitario di econometria e politica economica. Le reazioni alla nomina di Visco non si sono fatte attendere. Secondo la presidente di Confindustria Emma Marcegaglia, Ignazio Visco rappresenta una figura di grande professionalità, una persona interna e quindi certamente in grado di garantire l’autonomia e l’indipendenza dell’istituzione. Di un parere simile è anche il segretario del Partito Democratico, Pier Luigi Bersani, secondo il quale il nuovo governatore di Bankitalia corrisponde pienamente ai criteri di autorevolezza e di autonomia che il Pd aveva avanzato nelle scorse settimane. Anche Luca Cordero di Montezemolo, sostiene che tale nomina non poteva avere esito migliore. La scelta finale però spetterà al Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, informato dallo stesso Berlusconi dell’investitura di Visco, nel tardo pomeriggio di ieri, in un incontro al Quirinale.

Il nome di Ignazio Visco ha invece alimentato stupore all’estero, come dimostrano i titoli di alcune testate autorevoli come il Financial Times (Berlusconi sorprende con la scelta per la Banca Centrale) o il Wall Street Journal (La scelta del governatore è una sorpresa).