Irlanda: l’Eurogruppo raggiunge l’accordo sugli aiuti da dividere in “terzi”

Le borse sono chiuse e le banche pure, ma nelle stanze dei bottoni ormai si lavora duro anche nel weekend. A Bruxelles addirittura in mattinata si sarebbe raggiunto l’accordo sul piani d’aiuti da destinare a Dublino, a darne l’annuncio per prima è l’agenzia APCom. Il presidente della Commissione Europea, Jose Manuel Barroso, auspica, all’uscita dall’incontro, il raggiungimento di una decisione unanime nell’Eurogruppo.

Si, perché molto dipende dalla riunione dell’Ecofin (la piattaforma di confronto dei ministri dell’economia dei ventisette) tenutasi questo pomeriggio. Per il momento si sa solo che un terzo dell’ammontare della manovra dovrebbe essere finanziato dal FMI, un terzo lo coprirebbe l’Eurozona, grazie al Fondo di stabilizzazione (440 miliardi di Euro) e un terzo ce li metterà la Commissione Europea (che ha un portafoglio di 60 miliardi).

Il pacchetto aiuto ammonta a circa 85 miliardi, ma ancora non si capisce se la cifra si riferisce ai soli aiuti esterni, oppure se comprenda già anche i 20 miliardi di cui l’Irlanda dispone e che vorrebbe includere negli aiuti.