Istat: in Italia inflazione marzo in crescita del 2,5%

Dai dati provvisori pubblicati dall’Istat giungono brutte notizie a riguardo del costo della vita nel Bel Paese.
L’indice Nic dei prezzi al consumo è cresciuto nel mese di marzo dello 0,4% sul mese precedente e del 2,5% su anno, facendo registrare un aumento tendenziale più alto da novembre 2008.
L’inflazione acquisita per il 2011 è pari all’1,8%.
L’inflazione di fondo, invece, calcolata al netto dei beni energetici e degli alimentari freschi, è pari all’1,8%.
Ad incidere pesantemente sulla crescita dell’inflazione sono soprattutto gli incrementi dei prezzi dei beni alimentari,+2,2% e dei beni energetici +15%.
In aumento anche il prezzo della benzina, circa il 3,4% in più. Un dato che non sorprende i consumatori italiani, che ormai, in alcuni regioni sono costretti a pagare la verde 1,6.