Juventus Campione d’Italia 2012, uno scudetto da 150 milioni di euro

serie a tim logo

Il campionato di Serie A 2011 / 2012 è stato vinto dalla Juventus nella giornata di ieri, domenica 6 maggio 2012, quando si giocava il 37° turno in calendario. Vincendo contro il Cagliari sul campo neutro del Nereo Rocco di Trieste, la Juventus ha approfittato della sconfitta del Milan, uscito perdente dal derby con l’Inter (4-2 a favore dei nerazzurri).

Si tratta dello scudetto numero 28 vinto dalla Juventus, che entra dritto in bacheca al fianco di 4 Supercoppe Italiane, 2 Coppe dei Campioni, 1 Coppa delle Coppe, 3 Coppe Uefa, 2 Supercoppe Uefa, 1 Coppa Intertoto e 2 Coppe Intercontinentali. E’ inoltre il primo scudetto che la Juventus porta a casa dopo lo scandalo di Calciopoli, scandalo che, tra le altre cose, detrasse 2 scudetti alla Juventus, che oggi altrimenti ne avrebbe 30 in bacheca.

Tre stelle “morali” per la maglietta

La Juventus sul campo ha vinto 30 scudetti, ma in Federazione ne ha vinti soltanto 28. I tifosi bianconeri, però, ieri sera festeggiavano inneggiando allo scudetto numero 30. La diaspora, apertasi poche settimane fa, in concomitanza con la vetta della classifica raggiunta ai danni del Milan, è assai di moda.

Giustamente, un “grande” del calcio come Marco Tronchetti Provera parlò a suo tempo di “operazione marketing” , e a buona ragione, visto che di marketing la Juventus se ne intende eccome. Non a caso, ieri sera tutti i calciatori bianconeri, durante i festeggiamenti, indossavano una griffatissima maglietta con su scritto “Juventus Campione d’Italia 2012″, della Nike, ben visibile agli occhi di tutte le telecamere televisive, che siamo sicuri venderà tantissime unità per questa estate. Qui infine trovate alcune interessanti dichiarazioni di Agnelli, sulla terza stella…e non solo!

Un’ottima annata

Lo scudetto vinto da Antonio Conte vale tantissimo, soprattutto in termini economici. Si stimano circa 20 milioni di euro che entreranno nelle casse, da parte della Lega, per il premio Scudetto più bonus partite vinte. A questi aggiungiamo i premi, e le rispettive rivalse sulle sponsorizzazioni, in caso di vittoria di Coppa Italia e SuperCoppa Italiana: circa altri 5 milioni di euro.

La squadra è stata molto seguita, pensate che in stagione gli incassi dei biglietti venduti allo Juventus Stadium hanno superato quota 25 milioni (leggete qui), mentre i diritti televisivi hanno fatto incassare circa 90 milioni di euro. L’accesso in Champions League porta 4 milioni di euro più 550.000 euro per ogni partita disputata, più altri 800.000 per ogni vittoria o 400.000 per ogni pareggio.

La Juventus ha inoltre siglato un ottimo contratto di sponsorizzazione con la Jeep, incassando 35 milioni di euro (qui ulteriori dettagli). La vittoria dello scudetto permette inoltre di mettere mano ad un tesoro di 40 milioni di euro da investire in sede di calciomercato estivo 2012. Le stime del merchandising della Juventus sono di 40-50 milioni di euro annui, storicamente, quando si vince uno scudetto, c’è un aumento delle vendite di circa +50%. Volendo fare grosso modo due conti con quanto qui esposto, il trionfante campionato di Antonio Conte si monetizza in una cifra che si attesta intorno ai 150 milioni di euro. O giù di lì.

In borsa però non si festeggia

Che brutta sorpresa per gli investitori che hanno puntato forte sul titolo della Juventus nella giornata di oggi lunedì 7 maggio 2012: le azioni della Juventus sono scese del -8,51%, flessione importante, specie se consideriamo i notevoli rialzi delle ultime settimane. Tranquilli però, la vecchia signora c’entra ben poco: oggi le borse europee hanno subito l’incertezza degli investitori, che hanno visibilmente ridotto la fiducia sui mercati per via delle elezioni politiche che si sono tenute nel weekend. Adesso i conti tornano.