La Borsa di oggi: Italia e Cina a confronto

borsa

La situazione della Borsa di Milano non si è decisamente placata, ma al contrario la situazione continua a peggiorare di ora in ora a causa dell’esposizione del nostro paese nei confronti del paese nordafricano della Libia all’interno della quale sono appena ripresi i bombardamenti.

Dai primi dati acquisiti emerge che nel primo pomeriggio il titolo del Ftse Mib ha ceduto il 2,57%, mentre il titolo azionario del Ftse All Share ha dovuto subire un calo dello 2,53%. La Eni invece è in preda ad una flessione dei propri titoli che equivale al 4,8%, in discesa anche il titolo Impregilo che perde addirittura il 5,5%.Continuano la loro situazione negativa anche le banche italiane come l’Unicredit la quale registra una perdita del 4%.

Mentre l’Italia è costretta a far fronte ad una situazione pressochè drammatica che non si accenna ad arrestarsi, sul fronte orientale, ovvero per le due borse cinesi la situazione è molto migliore.

In Cina le due borse procedono verso due strade separate in quanto Shangai ottiene una crescita dell’1,12% grazie anche alla forte risalita dei titoli petroliferi, a differenza di Hong Kong la quale affronta la perdita di 0,47%.

Nella borsa di Shangai cresce il Composite di 32,46 punti a 2.932,25 mentre per quanto riguarda Hong Kong il Heng Seng perde 109,82 punti a 23.485,42.