La crisi arriva in Portogallo: male le borse e l’Euro

Dopo la Grecia e l’Irlanda, ora tocca anche al Portogallo: si è fatto di tutto per mantenere la riservatezza sulla situazione reale delle casse lusitane, ma il Financial Times rivela oggi che la UE avrebbe chiesto al governo di accettare gli aiuti di FMI e BCE. Ciliegina sulla torta: si teme che la crisi ora possa contagiare anche la vicina Spagna.

Sono notizie che colpiscono l’andamento delle borse europee: il FTSE MIB registra stamattina una perdita dell’1,7%, Parigi segna -1,63%, Francoforte contiene i danni con -0,53%, Londra perde l’1,14%. Male anche i singoli titoli italiani, soprattutto Fiat e le Banche, gli unici in controtendenza sono Finmeccanica e Ansaldo, i cui 1% e 4% di crescita sono dovuti all’accordo siglato coi Russi.

Anche l’Euro segue l’andamento delle borse: EUR/USD resta inchiodato tra 1,32 e 1,33, EUR/YEN, dopo aver incontrato un break down a quota 111, scende fino a 110,50. Singolare il ribasso dell’oro, sceso sotto 1.360 Dollari l’oncia dopo aver mancato il supporto di 1.364 Dollari. Il prezzo sta ora cercando di rimbalzare sull’intraday, ma per settimana prossima si prospetta, forse, un brusco ritorno in zona 1.330/1.300 Dollari.