Lavorare nella comunicazione: i mercati più in salute

comunicazione lavoro

Il settore della comunicazione è oggi in espansione: ogni azienda ha bisogno di curare le relazioni esterne e interne con attenzione per far emergere il proprio brand e ottenere visibilità.

Sono sempre di più i giovani che ambiscono a lavorare nella comunicazione, come dimostrano i numerosi corsi di laurea e i master delle università italiane nel settore. Gran parte di questi, per far fronte alle limitate offerte di lavoro nel settore, si rivolgono a un ristretto numero di studenti e sono incentrati sullo studio e la pratica di Internet e delle nuove tecnologie dell’informazione, che hanno favorito, negli ultimi anni, la nascita di nuove figure professionali in ambito comunicativo.

L’iter da seguire, per i tanti ragazzi che si avviano ad intraprendere questo tipo di professioni, è scandito da tirocini e stage spesso non retribuiti che in molti casi non portano ad attività lavorative concrete e costanti.

Non è infatti facile inserirsi nel mondo del lavoro e ottenere risultanti soddisfacenti per quel che riguarda l’aspetto legato alla retribuzione. Da alcuni recenti studi e statistiche emerge un dato significativo: coloro che decidono di intraprendere studi specialistici e si dedicano al perfezionamento delle proprie capacità in un dato ambito hanno più possibilità di riuscire rispetto a coloro che decidono di non specializzarsi affatto.

Di qui a pochi anni l’offerta di nuovi posti di lavoro per un settore di fondamentale importanza come quello della comunicazione è destinata ad aumentare, sebbene al momento la crisi economica stia rendendo difficile la ricerca di un impiego duraturo.