Le aziende fanno affari con i social network

digital-pr

I social network hanno rivoluzionato le nostre vite oltre al nostro modo di comunicare. Ma quanto questa strategia comunicativa incide sul marketing aziendale? Dopo aver istituito un osservatorio su brand e social media, sono pronti i risultati di una ricerca effettuata da OssCom – centro di ricerca sui media e la comunicazione dell’ Università Cattolica- e Digital PR. Sotto la lente di ingradimento, centinaia di aziende appartenenti a diversi settori da quello bancario a quello automobilistico fino all’elettronica e alla distribuzione di servizi. Come e quanto vengono aggiornati i profili aziendali su Facebook, Twitter e Youtube? Come avviene la comunicazione via blog aziendale?

I primi dati appena rivenuti riguardano nello specifico il settore Consumer eletronics, dunque sono relativi alle aziende selezionate che producono consolle, cellulari, pc, tv, stampanti e fotocamere. Sono stati osservati i comportamenti sia dell’azienda che dei clienti-utenti e l’interazione tra i due attori. Il primo posto del podio va alla Nokia con una elevata frequenza di utilizzo dei suoi profili Facebook e Twittter con l’aggiunta di Youtube. Sono circa 21.000 gli utenti che seguono le pagine ufficiali del brand. Se su Twitter la scelta e’ quella di privilegiare notizie fresche e rapide, la pagina Facebook e’ invece dedicata per interagire con i fan che garantisce maggior successo se continuamente e costantemente aggiornata. Medaglia d’argento per Nikon, dove e’ soprattutto il profilo Youtube ad ottenere maggiori riscontri, mentre per quanto riguarda Facebook si punta molto sui singoli prodotti, ognuno con una propria pagina specifica. Terzo posto a Samsung, presente e costante su Facebook e Twitter, con un plus su Youtube dove l’interazione tra utente e brand avviene in modo rapido ed efficace. Fuori dalla top 3 troviamo LG, Canon, Playstation, Xbox, Sony, Blackberry. Di seguito altri marchi che puntano più all’affermazione stessa del brand piuttosto che ad interagire con l’utente come HP, JVC, Epson, Asus. Con sorpresa la Apple e’ solo al quattordicesimo posto, con la sola scelta di Facebook mirata esclusivamente alla comunicazione in merito ai prodotti iTunes. Chiude la classifica Philips. Sono lontani i tempi delle infinite attese alla cornetta e delle urla al telefono, ora problemi e commenti si fanno on line, bastano una serie di commenti sbagliati da parte di utenti insoddisfatti e i titoli scendono in borsa. In definitiva, il blog aziendale sembra destinato a scomparire rispetto ai canali più social dove a primeggiare sono proprio Facebook e Twitter.