Le opzioni binarie in Europa

800px-IMG_4468_-_Milano_-_La_Borsa_-_Dettaglio_-_Foto_di_Giovanni_Dall'Orto_-_20_jan_2007

In finanza, l’opzione binaria è un tipo di contratto dove l’acquisizione o la vendita di titoli può avere solo due risultati: previsione corretta o previsione incorretta. Rispetto alle opzioni “standard”, che possono essere solo di tipo call (diritto di acquistare) o di tipo put (diritto di vendere il titolo), l’opzione binaria non valuta il guadagno in termini differenziali (ovvero tra valore di mercato e prezzo di vendita), ma lo fissa al momento della stipulazione del contratto.

Per questo le opzioni binarie hanno i toni delle scommesse sugli andamenti dei titoli (“trends di mercato”), in quanto i rendimenti dei titoli nel breve, medio o lungo termine possono essere molto differenti. Per questo, la soluzione “1” e “0” delle opzioni binarie sono un modello più diretto di acquisizione o vendita dei titoli. I trader più esperti, in generale, possono assicurarsi guadagni elevati con operazioni estremamente semplici.

Ed è proprio la semplicità il punto di forza delle opzioni binarie, che possono comunque impostare una serie di valori metodologici, come il “Knock-In”, che permette alle azioni di vendita o acquisto di muoversi entro soglie indicate. In Europa le opzioni binarie sono regolamentate, da maggio 2012, dalla CySEC (Cyprus Securities and Exchange Commission), un organismo pubblico, fondato nel 2001, che ha fissato una semplice ma efficiente regola: i broker devono operare solo sul territorio europeo, osservando gli standard del MiFID (Markets in Financial Instruments Directive). Con questa soluzione si garantisce il “terreno competitivo uniforme”, dagli americani chiamato anche “level playing field”. Vi suggeriamo di visitare il sito de opzionibinarieitalia.net per interfacciarvi con strumenti altamente professionali delle opzioni binarie.

800px-IMG_4468_-_Milano_-_La_Borsa_-_Dettaglio_-_Foto_di_Giovanni_Dall'Orto_-_20_jan_2007