Les Paul, il logo Google per il mitico chitarrista

les paul

Quanti hanno aperto la pagine di Google questa mattina, hanno trovato una piacevole sorpresa. E se tra questi ci sono degli appassionati di musica: bingo! Il motore di ricerca rende omaggio a Les Paul, chitarrista, inventore ma soprattutto il papà della chitarra anti-fender per eccellenza, la mitica Gibson Les Paul. Un doodle tutto nuovo, musicale e interattivo che può essere suonato andando a pizzicare le corde con il mouse o utilizzando la testiera con i tasti che vanno dalla Q alla P. Negli USA si può perfino registrare una melodia e inviarla ai propri amici.

Les Paul, al secolo Lester William Polfus nato il 9 giugno del 1915, inventò lo strumento che porta il suo nome nel 1952, su richiesta della Gibson alle prese con la concorrenza Fender. Considerato anche l’inventore della registrazione multitraccia e delle incisioni sovrapposte. Questa è la storia di Les Paul, l’antagonista della Stratocaster entrata nella leggenda del rock grazie a Jimi Hendrix. Lei, l’altra, con il suo suono tutto originale, divenne la chitarra preferita di Santana, Jimmy Page (Led Zeppelin), Slash (Guns N’ Roses), Steve Jones (Sex Pistols) e il grande Bob Marley.

La Gibson Les Paul è un modello di chitarra elettrica tra i più apprezzati della storia del rock per estetica e accuratezza di ogni singolo dettaglio e che Lester realizzò lavorando in fabbrica ogni sabato. È la regina delle chitarre, il sogno di ogni appassionato che per un giorno ha potuto risvegliare i suoi sensi attraverso il simpatico doodle. Tutto quello che conosciamo dalla musica, in un modo o nell’altro è passato dalle corde  montate sul suo manico di mogano incastrato sul corpo anch’esso di mogano con degli humbucker che ne hanno diffuso la voce come fosse quella di una sirena che viene da un mare lontano. L’essenza primordiale della musica è tutta qui. Gli appassionati la definiscono la regina, lo spettacolo, il capolavoro. Per chi ama la chitarra non viene mai meno la voglia di premere tutti i tasti e sfoderare il ruggito, è qualcosa che da assuefazione, una piacevole assuefazione. Così come passare del tempo giocherellando con il suo doodle, chissà quanti in ufficio ci avranno passato la pausa oggi, saltando magari un break o addirittura rallentando con il lavoro. Ma è una Les Paul, che c’è di meglio? Per chi è cresciuto con Guns e Zeppelin passando per Ozzy e Whitesnake è una pace dei sensi. E bravi i simpatici cervelli Google, anche questa volta sono riusciti a far sognare tutti dai ragazzini ai nonni, perché nessun aggettivo può descrivere il senso di onnipotenza che si prova nell’esatto momento in cui si attacca un jack all’amplificatore. Eppure anche questa volta ci sono riusciti.

httpv://www.youtube.com/watch?v=zFEWL9Nxwn0&feature=related