LG cerca di collocare nuove azioni in borsa

LG

LG Electronics, la famosissima azienda coreana, ha annunciato l’emissione di azioni per 945 milioni di dollari.

Ma da quando hanno rivelato la loro scelta di immettere sul mercato altre azioni, esse sono scese del 14 per cento. Il secondo produttore al mondo di Tv e il terzo più grande venditore di telefoni, ha comunicato la collocazione di nuove azioni per un totale di oltre un trilione di won coreani (più o meno 650 milioni di euro) a 55,900 won ciascuna (0,0359). Esse contribuirebbero a diluire il valore di quelle già esistenti che peraltro quest’anno hanno già perso più del 40 per cento. Forse è stata la divisione nell’ambito della telefonia a far perdere un trilione negli ultimi sei trimestri non essendo riuscita ad introdurre nuovi modelli capaci di tenere testa all’americana Apple e alla sud-coreana Samsung. Sta di fatto che la decisione di LG Electronics, ha suscitato notevoli perplessità fra esperti di mercato ed azionisti: i primi si interrogano sulla percentuale di investitori interessati a supportare l’azienda in questa fase delicata della società, mentre i secondi temono di vedere calare ulteriormente il valore delle proprie azioni. Per LG l’immissione di nuove azioni rappresenterebbe certamente un rischio evidente. Si tratta di scommettere sul proprio business degli smartphone in un momento in cui l’ambiente operativo non è proprio dei migliori. Le azioni di LG sono per il momento proprio tra le peggiori dei produttori mondiali di telefoni, insieme a quelle di Research in Motion e Nokia.

Per riprendersi uno deve sempre rischiare. Quindi, un imbocca al lupo per LG che almeno ci prova.