Lo Small Businnes Act: la Regione Lazio l’unica ad averlo approvato in Italia

REGIONE LAZIO

La Regione Lazio è stata finora l’unica ad aver approvato, a luglio di quest’anno, con legge regionale lo Small Businness Act. Si tratta di un indirizzo voluto prima dalla Commissione Europea, che è stato adottato nel giugno 2008, che ha come obiettivo la semplificazione del quadro legislativo e amministrativo dell’UE e degli Stati membri e recepiti a livello nazionale nella direttiva del Presidente del Consiglio dei Ministri del 04/05//2010.
Esso contiene le linee guida per promuovere la crescita delle Piccole e Medie Imprese, ossatura del sistema economico europeo e italiano in particolare. Lo “SBA” si propone di creare un contesto legislativo e amministrativo più favorevole alle Piccole e medie imprese ed eliminare gli eccessi burocratici che ne ostacolano lo sviluppo, sulla base del principio “Pensare in piccolo”.
Nell’Unione Europea oltre il 99% delle imprese è costituito da imprese di piccola e media dimensione, che assicurano il 67% del totale dei posti di lavoro: si tratta pertanto di un sistema essenziale per l’economia dal Vecchio Contienete, la cui crescita e capacità di approfittare delle opportunità presentate dal mercato unico europeo è però frenata da diversi fattori, tra iquali spiccano gli eccessivi oneri amministrativi e la difficoltà di accesso ai finanziamenti.
Francesco Saponaro, presidente della Commissione Piccola e media impresa, commercio e artigianato ha favorito come presidente del Consiglio Regionale l’approvazione dello SBA, evidente la sua soddisfazione:
«Siamo stati la prima Regione in Italia ad approvare questo provvedimento. E’ una legge che va nella direzione voluta  da tutte le associazioni di categoria, un primo passo per aggredire positivamente un settore che è la spina dorsale del nostro sistema produttivo».