Lodo Mondadori, il saldo Fininvest di Berlusconi

lodo mondadori

Ho letto questa mattina che mi si attribuisce un silenzio inspeigabile. È molto chiaro invece: le cose che sono recentemente accadute e che mi hanno anche riguardato da vicino sono tali che se io dicessi quello che penso davvero sarebbe stato qualcosa che non avrebbe coinciso con l’interesse del Paese in questo momento di attacchi internazionali. Il mio senso di responsabilità mi ha quindi impedito di dichiarare quello che penso al riguardo”.
Così, con questa dichiarazione del presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, raggiunto dai cronisti all’uscita dalla Camera subito dopo l’approvazione del Parlamento alla manovra finanziaria, il diretto interessato commenta la condanna della corte d’Appello di Milano sul cosidetto Lodo Mondadori.

Per capire a grandi linee di cosa si tratta, citiamo uno stralcio che riguarda il caso preso dall’enciclopedia libera Wikipedia: “Il Lodo Mondadori è un episodio della cosiddetta Guerra di Segrate, un acerrimo scontro giudiziario-finanziario tra due imprenditori italiani, Silvio Berlusconi e Carlo De Benedetti, per il possesso della Arnoldo Mondadori Editore, nota casa editrice italiana. Per estensione, l’espressione “lodo Mondadori” viene utilizzata anche per indicare tutta la successiva vicenda giudiziaria riguardante il pagamento di tangenti per ottenere un lodo favorevole alla parte di Berlusconi; il processo che è scaturito dalla vicenda, infatti, ha visto tra gli imputati lo stesso Berlusconi e i suoi più stretti collaboratori, tra cui Cesare Previti”.
Si è giunti quindi ad una sentenza dell’intricato ‘Lodo Mondadori’, che ha prodotto l’obbligo, da parte dell’azienda di famiglia di Berlusconi, la Fininvest, a dover rimborsare alla Cir ben 560 milioni di Euro.
Dopo i commenti alla sentenza del Presidente del Consiglio, staremo a vedere come e se verrà eseguita questa storica sentenza che, certamente, potrebbe tracciare dei nuovi scenari politici ed economici. Scenari che potrebbero riflettersi, come sempre accade, sull’andamento del paese oltre che determinare dei precedenti giuridici dalla valenza fondamentale per affrontare e sostenere processi come questo.