Londra 2012: l’Ucraina fa fuori la Gran Bretagna al Tiro con l’Arco

Ruban

Cominciano oggi i Giochi della 30° Olimpiade a Londra. E c’è subito la cattiva sorpresa per la Gran Bretagna, fatta fuori precocemente nella disciplina del tiro con l’arco. Sicari della sconfitta inglese sono Viktor Ruban, Dmytro Hrachov e Markiyan Ivashko. I tre arcieri ucraini mandano a casa il team padrone di casa, composto da Larry Godfrey, Simon Terry e Alan Wills, per il punteggio di 223 a 212.

Alla stampa inglese non è andata giù!

Sconfitta sonora per il DailyMail, che non pronosticava certo la sconfitta degli inglesi a Londra 2012, i quali, giusto venerdì, si erano classificati ottavi, diventando teste di serie e ricevendo così ai sorteggi il team dell’Ucraina.

La sconfitta brucia ancora di più, visto che anche il team femminile di tiro con l’arco non ha i pronostici della vigilia, nella sfida di domani contro la Russia. Per The Independent le donne inglesi non hanno molte chance di vittoria.

Ucraina fortissima

Torniamo alla sconfitta di stamane dell’Inghilterra contro l’Ucraina. Il team vincente è composto da: Viktor Ruban, 32enne arciere nativo di Kharkiv, in carriera ha vinto un oro a Pechino nel 2008 e un bronzo ad Atene nel 2004, questa è la terza olimpiade alla quale partecipa in carriera; il suo collega Dmytro Hrachov, 29 anni il prossimo 5 dicembre, ha un palmares meno ricco (vanta una medaglia di bronzo in squadra nel 2004 ad Atene), ma in Ucraina è visto come un vero e proprio talento, grazie alle tante gare vinte ai tornei universitari, e alla partecipazione di diversi trofei internazionali;

chiude il team Markiyan Ivashko, classe 1979, nessuna medaglia in carriera, ma sempre presente nella top 10 dei ranking ucraini del tiro con l’arco. A Pechino ha giocato la sua migliore olimpiade, arrivando sempre a contendersi la medaglia di bronzo, poi persa alle fasi finali contro la Cina.